Titolo: Dark Wings: Ali di fuoco 

Serie: Ciclo delle ali oscure #2

Autore: Krisha Skies

Casa editrice: Horti di Giano

Genere: Fantasy

Anno di pubblicazione: 2022

Pagine: 421

 

TRAMA

 

La guerra incombe tra gli Alati di Azra e gli umani dei Paesi federati del Patto Meridionale. La giovane umana Lyan Alba, dopo gli eventi di quattro anni prima vissuti nella capitale azrariana, per sfuggire a un passato difficile da gestire ha deciso di lasciare la sua famiglia per cominciare una nuova vita nella città-Stato di Cartago. Ma un nuovo conflitto sta per travolgerla e un attacco inatteso arriva dal cielo, facendo iniziare una guerriglia urbana tra invasori e Milizia per la Resistenza umana. La forza latente che Lyan ha sempre cercato di tenere nascosta e inerte dentro di sé si risveglia prepotentemente, richiamando l’attenzione dei membri della società segreta azrariana delle Ali di Fuoco. Così il passato torna a perseguitarla e nuove avventure la coinvolgeranno, costringendola a intrecciare il suo destino ancora una volta con quei trascorsi da cui era fuggita invano. Dovrà quindi fare i conti con un amore che sembra impossibile e con un destino che le chiederà di compiere delle scelte che potrebbero segnare per sempre la sua esistenza e quella delle persone che ama.

 

RECENSIONE

Cari lettori bentornati sul nostro blog, il libro di cui vi parlerò oggi è il secondo libro di una saga fantastica; ebbene sì, parlo proprio di Dark Wings: Ali di fuoco di Krisha Skies edito Horti di Giano. Dopo una lunga attesa, finalmente ho potuto leggerlo e adesso posso parlarvene.

In questo secondo volume è trascorso un lasso di tempo di quattro anni, e nel mentre tante cose sono successe: la guerra è scoppiata, Lyan è stata costretta a fuggire dalla città Bianca e poi anche da Agri dove viveva con la sua famiglia. La storia riprende adesso a Cartago, città in cui Lyan vive. 

La nostra piccola Lyan è cresciuta, adesso lavora in un centro di detenzione per alati. Quello che Lyan non smette di chiedersi è che fine abbia fatto il suo Azalel, non passerà molto che otterrà risposta, addirittura scoprirà verità che non si sarebbe mai immaginata, e Azalel non sarà l’unico a ritrovare dopo tanto tempo.

Questo secondo volume è ricco di colpi di scena, vicende su vicende, è talmente tanto intrigante da tenerti col fiato sospeso; un volume ricco di momenti romantici, tristi, di alta tensione, di sconforto, di rabbia, di violenza; ma soprattutto ci permette di immergerci totalmente nella storia e scoprire sempre aspetti nuovi sulla vita degli alati e sulla lungimiranza.  Inoltre, all’interno di questo volume, viene dato molto spazio alla storia tra Lyan e Azalel la quale sarà sempre tormentata, ostacolata, ma nonostante ciò il loro amore non può fare a meno di crescere donandoci emozioni che solo loro possono farci provare. 

I personaggi che abbiamo incontrato nel volume precedente continuano ad essere ben delineati ed uniformi, così come i nuovi sono ben caratterizzati e molto interessanti.

Sullo stile della Skies nemmeno mi esprimo, la sua penna è in grado di tenervi incollati al libro e finire un volume di 421 pagine nel medesimo giorno. 

Tutto ciò che Lyan affronta sarà per lei speciale, scoprirà peculiarità di cui non era a conoscenza, assisteremo ad una bellissima crescita personale in cui lei imparerà a distinguere ciò che giusto da ciò che sbagliato e imparerà che oltre al bianco e al nero esiste anche il grigio. La sua battaglia è appena iniziata e io non vedo l’ora di scoprire cosa succederà.

Al momento posso affermare che questa è una delle più belle saghe mai lette, non vedo l’ora di leggere il terzo volume e a tal proposito (un messaggio per l’autrice) ma uno spin-off su Seraphin? No, chiedo eh… per curiosità! ahahahah

Libro stra consigliato, un mix che vi farà sognare!

 
Guardavo le sue splendide ali spalancate, la pelle lucida di sudore che scorreva a rivoli sui tatuaggi di fuoco sul petto le labbra dischiuse, e avvertivo sempre più forte la sensazione di precipitare nel vuoto. In quel momento sarei caduta in un baratro senza fine, per lui. Con lui. Stai scegliendo di nuovo di cadere, Lyan… E non c’era salvezza.

Voto:

5/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.