Titolo: La magia del ritorno

Autore: Nicholas Sparks

Casa Editrice: Sperling & Kupfer

Genere: Narrativa rosa

Anno di pubblicazione: 2020

Pagine: 400

TRAMA

Per Trevor Benson, i più bei ricordi d’infanzia sono legati alle estati trascorse a New Bern, nel North Carolina, dove il nonno gli ha insegnato a pescare, a prendersi cura delle api, e ha provato a spiegargli cosa vuol dire innamorarsi. È a lui che il nonno, recentemente scomparso, ha lasciato in eredità la vecchia casa di legno accanto al fiume, ed è proprio lì che Trevor decide di trasferirsi temporaneamente prima di iniziare una nuova vita.

Rimasto gravemente ferito in Afghanistan, ha infatti dovuto abbandonare la professione di chirurgo e trovare una nuova strada. Se i segni sul corpo sono quasi spariti grazie a una lunga serie di interventi, nulla può cancellare però le ferite dell’anima. In quell’estate sospesa tra un capitolo e l’altro della sua esistenza, due incontri inattesi giungono a sorprenderlo: quello con Callie, una ragazzina inquieta e sfuggente che sa qualcosa sulle circostanze misteriose della morte di suo nonno, ma è restia a dirgli la verità; e quello con Natalie, una giovane ed enigmatica poliziotta per la quale Trevor sente nascere un sentimento profondo, ma che sembra avere paura d’amare.

Avvolto da una rete di segreti che non riesce a districare, Trevor decide di fidarsi dell’istinto, come gli consigliava sempre il nonno, e intraprende così una ricerca che lo porterà a cogliere il significato più profondo dell’amore e del perdono e lo ricondurrà al centro esatto del suo cuore. Perché a volte, per andare avanti, è necessario ritornare al punto in cui tutto è cominciato.

RECENSIONE

Dalla prima sino all’ultima pagina c’è stato un susseguirsi di emozioni intense e travolgenti, come sanno essere solo quelle a cui Sparks riesce a dare vita. La storia è raccontata in prima persona dal protagonista, Trevor Benson, veterano di guerra. La scena di apre nel presente e Trevor è appena giunto ad un matrimonio, per poi ritornare indietro di 5 anni.
 
 
🥰 La magia del ritorno mette in evidenza le tante battute d’arresto che nella vita si possono presentare, ma allo stesso tempo parla del coraggio che ci vuole nel riprendere un mano la propria vita. Lo stile narrativo è come sempre intimo, magnetico, descrittivo, fluido e dotato di una potenza, oserei dire, devastante.
 
Il romance è in grado di farvi riflettere sulle opzioni che la vita ci dà per poi stravolgere tutto e portarci al momento di partenza. Nel nostro percorso ci sarà solo un momento giusto e mille sbagliati, ma siamo solo noi a poter intraprendere questo viaggio per poter amare gli altri, ma prima di tutto noi stessi.
 
♥️Inutile dire che ho amato questo libro. Penso ormai sia chiaro il mio amore per Sparks, perché si sa: Sparks è certezza.

Voto:

5/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.