Titolo: From Rome to Paris. Un amico solo un amico

Autore: Monica Gelli

Casa Editrice: Autopubblicato

Genere: Romanzo rosa

Anno di pubblicazione: 2021

Pagine: 361

TRAMA

Olivia è una ragazza romantica, che conduce una vita metodica e ordinata, fino a quando le sue certezze sono sconvolte dalla morte della amata zia Flaminia e dall’inaspettato lascito di una casa a Parigi dal portone verde. Durante il viaggio in aereo Olivia conosce Alberto, un uomo d’affari taciturno e scontroso, ma anche tremendamente affascinante, fidanzato con una bellissima modella francese.

Tra i romantici tetti di Parigi e le pittoresche viuzze di Montmartre, Alberto e Olivia, per uno strano gioco di coincidenze, trascorrono molto tempo insieme, mentre un diario ingiallito letto in un giardino segreto fa rivivere il passato. Tra i ricordi di un mondo perduto i protagonisti vivono un inaspettato presente.

In un ritmo incessante di salti temporali trascorrono i giorni a Parigi, quando arriva il momento di tornare a Roma e riprendere ognuno la propria vita. Ma qual è il destino di Olivia e Alberto? E se il passato fosse stato ricordato per scrivere il futuro? Potranno dimenticare la casa dal portoncino verde e i suoi segreti?

RECENSIONE

È la storia di Olivia, detta Olly, che dopo la morte della zia, riceve in eredità una casa a Parigi. Sua zia Flaminia è stata per lei una persona molto importante, ma Olly non era a conoscenza di questa casa né il passato della zia. Sta andando a Parigi quindi per vedere la casa, che si trova nel quartiere famosissimo di Montmartre.

Sull’aereo, Olly si ritrova come vicino di posto Alberto, imprenditore, un uomo d’affari, che si reca a Parigi, per raggiungere la fidanzata Sofia, famosa modella, oltre che per affari.

Quello sarà per loro il primo incontro di una serie nel corso della settimana di permanenza di Olly a Parigi. Il destino sicuramente è dalla loro parte e non possono che stare al suo gioco. Continueranno infatti a incontrarsi nella città dell’amore, mettendo in discussione le loro vite presenti.

E allora partiamo dai personaggi.

Olivia è una ragazza molto metodica. Ha avuto una storia molto turbolenta con un uomo per due anni, con un uomo che l’ha lasciata prima dell’estate. Olly rimane molto male per come sono andata le cose, nonostante zia Flaminia le avesse detto che non era l’amore della sua vita.

Zia Flaminia è un’altra protagonista importante di questo libro. La incontriamo attraverso i ricordi di Olivia, perché quando la storia inizia, Zia Flaminia è già morta e quindi ci ritroviamo seguire gli avvenimenti dopo la sua morte, con l’apertura del testamento. Quindi zia Flaminia è una presenza molto importante. Si intuisce che è stata una donna che ha rinunciato molto nella sua vita, ma sempre seguendo il cuore e l’amore. È stata fortunata perché ha trovato l’uomo della sua vita, ma ha dovuto vivere il suo amore a delle condizioni. Olivia è sempre stata molto colpita dalla scelta della zia, proprio perché sua zia era una donna molto dinamica, intelligente, poteva avere qualsiasi cosa, poteva costruirsi una famiglia, avere dei figli, invece ha scelto di vivere il momento, in nome di un amore impossibile.

Quando apre quella casa a Montmartre, Olivia rivive tutta la vita di sua zia da giovane e l’incontro con questo ragazzo francese Pier. Cosa è successo tra Flaminia e Pier e perché questo amore è un amore impossibile? Non vi anticipo niente, ma è una bellissima storia che scoprirete solo leggendo 😛

Il protagonista maschile è Alberto, uomo d’affari molto metodico, molto posato, senza nessun eccesso. Schivo e misterioso, non lascia trapelare niente di sé ed è un uomo che conosciamo nel corso della lettura. Infatti, nella prima parte, la storia si focalizza su Olivia e la zia.

Ho fatto un po’ fatica a delineare il personaggio di Alberto all’inizio, però poi, nella seconda metà del libro, riusciamo meglio a capire la sua vita, la sua famiglia e il suo fidanzamento con la famosa modella francese Sofia, che tra poco diventerà sua moglie.

Nonostante si conoscano da pochi giorni, l’incontro tra Olly e Alberto metterà in discussione tutto e non capiranno neanche loro il perché.

Nel libro, quindi, viene narrata sia la storia della zia Flaminia e di Pier e del loro amore, ma al tempo stesso seguiamo anche, appunto, la storia di Olivia e di Alberto, facendo un paragone tra le due storie che diventa molto automatico.

Uno stile di scrittura scorrevole e leggero; avrei preferito avere un punto di vista specifico per uno stesso capitolo, invece di passare, nel corso di uno stesso capitolo, o da una frase all’altra, da un punto di vista a un altro.

Così la lettura necessita di un’attenzione in più, proprio per il cambio repentino di punto di vista da cui è narrata la storia.

Questa è una preferenza personale, perché lo stile di scrittura utilizzato dall’autrice non pregiudica in alcun modo la bellezza del libro e la comprensione della storia.

Un libro e una storia magici perché l’ambientazione è magica: Roma e appunto Parigi, soprattutto la casa con il portoncino verde, nel famosissimo quartiere degli artisti a Montmartre.

E poi ogni capitolo è introdotto da una canzone degli anni 60. L’autrice consiglia di ascoltare la canzone prima di leggere il capitolo in modo da immergerci completamente nelle due storie, così distanti dal punto di vista temporale, ma che hanno delle somiglianze: quando si trova l’anima gemella, non possiamo girarci dall’altra parte, dobbiamo riconoscerlo e avere il coraggio di cambiare i nostri piani ed essere semplicemente felici.

Voto:

4/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.